Arriva la TARI: si ringrazia l'amministrazione comunale di Maida In evidenza

Spazzatura: paghiamo la superficialità di chi ammistra!

Tutti i nodi sono venuti al pettine. Per colpe ben precise e continue scelte sbagliate degli amministratori locali gli avvisi di pagamento TARI 2015 (tassa sulla spazzatura) stanno arrivando in questi giorni con vere e proprie “mazzate” su cittadini, imprese, artigiani e commercianti. Solo per una parte (di certo non quella più consistente) questi aumenti derivano da maggiori costi delle tariffe regionali. E poco ci conforta poter dire che siamo stati gli unici a preannunciare i forti aumenti nelle conferenze tenute quest’estate nelle piazze di Maida e Vena, oltre ad essere stati gli unici a votare contro il piano finanziario dei rifiuti motivandolo punto per punto in consiglio comunale.

In particolare nell’ultimo consiglio del 30.07.2015 avevamo posto dei semplici quesiti al Sindaco e ai consiglieri di maggioranza, senza ottenere risposte convincenti. Riproponiamo in questo documento le stesse domande, perché da esse si può comprendere bene quali sono i veri motivi che stanno alla base degli attuali aumenti tariffari:

  1. A quanto ammontano gli introiti derivanti dalla raccolta differenziata fatta dai cittadini di Maida? Perché da anni il Comune rinuncia interamente a questi introiti, necessari invece per diminuire le tariffe dei cittadini? (si parla di circa il 50% di raccolta differenziata).
  2. Perchè il servizio di smaltimento rifiuti e raccolta viene affidato direttamente alla Lamezia Multiservizi senza un bando di gara, quindi contro ogni criterio economico di ottimizzazione dei costi? (basti pensare che il servizio ha un valore complessivo di oltre 600.000 euro)
  3. Perchè nell’ultimo consiglio comunale la maggioranza ha irresponsabilmente scelto di esonerare indistintamente, cioè senza alcuna distinzione reddituale, gli oltre 600 nuclei unipersonali? In questo modo si sono esonerate persone che potevano pagare tranquillamente e penalizzato ulteriormente categorie come imprese, artigiani e commercianti, oltre a fasce deboli come pensionati e famiglie con disabili.

Infine per meglio comprendere le vere ragioni degli aumenti, riportiamo alcuni numeri e dati ufficiali: confrontando il piano finanziario 2014 con quello più recente approvato dalla maggioranza con delibera di Consiglio Comunale nr. 20 del 30.07.2015, la voce di spesa che ha subito il maggiore aumento è “costi di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani” passata da 140.000 euro del 2014 ai 390.889 euro del 2015. Si tratta dell’aumento di un costo fisso che i cittadini inizieranno a pagare interamente alla società che gestisce il servizio raccolta.

Di tutto questo e di altre segnalazioni che ci sono pervenute vogliamo confrontarci con i cittadini e le attività in una assemblea pubblica che terremo Martedì 15 settembre ore 18.30 presso la nostra sede in Piazza Garibaldi. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare numerosi.

Libertà è Partecipazione

Libertà è Partecipazione è un movimento civico attivo nel Comune di Maida, nato con le elezioni amministrative del maggio 2012 e che sta continuando nel tempo la sua opera di cambiamento con l’obiettivo di creare una nuova classe politica e dirigente locale. Il movimento può vantare una propria sede e una rappresentanza in consiglio comunale che alimenta l’opposizione istituzionale; nello stesso tempo Libertà è Partecipazione si propone come movimento di opinione, focalizzando le proprie proposte nei più svariati campi: dal sociale, al campo dello sviluppo, della cultura, dell’ambiente e della coesione del territorio comunale, con particolare attenzione alle dinamiche che riguardano le frazioni.

Sito web: www.maidaevena.com Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Back to top