Gli allievi dell’Atletico Maida una bella e vivace realtà In evidenza

Il Lametino - Articolo Il Lametino - Articolo Il Lametino - Articolo

Quella corrente è una stagione molto importante per il movimento calcistico maidese. La società dell’Atletico Maida oltre ad essere impegnata per la prima volta a disputare uno storico campionato di prima categoria, è riuscita a organizzare una competitiva selezione di giovani,tutti locali, che stanno affrontando il campionato provinciale allievi guidati da mister Bruno Maiolo.

Una bella realtà questa degli allievi del Maida che dopo le prime tre giornate del girone di ritorno guidano il proprio gruppo nel campionato provinciale, imbattuti e determinati a terminare primi. Erano ormai diversi anni che a Maida non si organizzava una squadra allievi: una scommessa che ha voluto fortemente affrontare il presidente Luciano Paone, sia per rafforzare il settore tecnico della società e dare un’opportunità di crescita calcistica a giovani giocatori, sia per l’indubbio valore sociale dell’iniziativa che dà un’alternativa di svago e divertimento ad adolescenti di età compresa tra i 14 e i 16 anni e la possibilità di crescita attorno ai valori sani dello sport.

La società ha affidato la responsabilità del settore allievi, oltre all’allenatore Bruno Maiolo, ai dirigenti Antonio Colistra e Domenico Gigliotti, che hanno il compito fondamentale di coordinare le attività in preparazione della partita ufficiale settimanale rimanendo a stretto contatto con il mister e con le esigenze e le problematiche dei ragazzi. La società punta molto nel far sentire i giovani allievi già elementi importanti di un gruppo più vasto che comprende anche la prima squadra. In questo senso i risultati sono già molto chiari, visto che alcuni elementi della squadra allievi hanno debuttato in prima categoria: il portiere e capitano Francesco Colelli, il difensore Francesco Decio Fortunatini, l’attaccante Antonio Pingitore, oltre a diversi altri ragazzi che sono stati convocati in prima squadra potendo così seguire da vicino le dinamiche di una formazione di prima categoria. Gli allievi dell’Atletico Maida rappresentano un vero e proprio investimento sul futuro del calcio maidese, pilastro fondamentale sul quale puntare sempre più per portare avanti l’ambizioso progetto dell’attuale società impostato sul medio e lungo periodo. Piene di sano realismo le parole di uno dei principali protagonisti di questa splendida stagione degli allievi, mister Bruno Maiolo “dico sempre ai ragazzi che la buona stagione che stiamo disputando non deve portarci a sentirci arrivati o peggio ad aver già vinto il campionato. Ripeto sempre loro che serve tanto allenamento, umiltà, concentrazione e, perché no, anche una piccola dose di entusiasmo giovanile non guasta.

Detto questo c’è ancora tanto da fare per preparare giocatori completi in grado di rappresentare presto punti di forza delle prima squadra.” Unica pecca anche di questa stagione è rappresentata dall’impianto sportivo di proprietà del Comune di Maida, carente dal punto di vista tecnico e strutturale nonostante le tante e ripetute promesse d’intervento. In particolare un campo da gioco che spesso non è stato all’altezza dell’entusiasmo dei tanti tifosi che seguono con passione sia la prima squadra sia i giovani talenti del Maida.

Ultima modifica ilLunedì, 17 Marzo 2014 09:30
Salvatore Paone Sr.

Consigliere comunale di Maida e Consigliere dell'Unione "Monte Contessa" collabora con il quindicinale Il Lametino e già collaboratore di Calabria Ora, Presidente dell'associazione di promozione sociale "Pieno Sviluppo".

Twitter: @salvatorepaone

Sito web: www.pienosviluppo.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Back to top