Commercianti e Sicurezza

SODDISFAZIONE PER LA RIUNIONE  DOVE I COMMERCIANTI SI SONO CONFRONTATI CON IL SINDACO E CON ALTRI CITTADINI

 

La riunione chiesta al Sindaco dal movimento commercianti si è tenuta ieri pomeriggio, in un orario e in un giorno volutamente impossibili a molti, nonostante i commercianti avessero chiesto di far svolgere la riunione di giovedì pomeriggio, giorno di chiusura di tutte le attività. In ogni caso c’è stata una buona presenza soprattutto di cittadini interessati ad ascoltare un dibattito serio sul problema sicurezza a Maida.

Il movimento commercianti ha chiesto tra le altre cose una maggiore presenza notturna dei carabinieri e una maggiore collaborazione, ognuno per le proprie competenze, tra carabinieri locali e polizia municipale. Inoltre si è sollecitato il Sindaco a richiedere al prefetto una maggiore presenza di uomini dell’arma sul nostro vasto territorio, in quanto è opinione diffusa che solo tre unità siano del tutto insufficienti per un territorio come il nostro. Quest’ultima proposta è stata ritenuta non valida e respinta in quanto già in passato l’amministrazione si era mossa in questa direzione ottenendo risposte sempre negative.

Resta la grande soddisfazione da parte del movimento commercianti di aver sollevato un problema, quello della sicurezza dei cittadini che riteniamo esista, essere forte e speriamo di sbagliarci nell’ essere cattivi profeti per il futuro.

In ogni caso riteniamo, senza aver creato inutili allarmismi e in maniera seria, di aver non fatto passare inosservato un episodio grave e inquietante che ha visto vittima una cittadina e un’onesta commerciante del nostro paese. Ad essa abbiamo voluto con la riunione di ieri esprimere tutta la nostra solidarietà e la nostra vicinanza.

Condanniamo in ogni caso il clima di paura che si è creato in questi giorni per considerazioni che anonimi cittadini hanno fatto e che da qualcuno sono stati interpretati, strumentalmente e volutamente, in un senso opposto a quello che il movimento commercianti chiedeva e che corrisponde a quanto sopra esposto e a niente di più. Tutte le altre parole che sono circolate in questi giorni sono solo inutili pettegolezzi che lasciano il tempo che trovano e che a qualcuno sono serviti per sviare l'attenzione dei cittadini sul problema di sicurezza prenotturna e notturna da noi post. Per fortuna i cittadini hanno compreso il senso delle nostre richieste.

Leggi tutto...

Lettera aperta al sindaco di Maida

MOVIMENTO COMMERCIANTI DI MAIDA

Egregio signor Sindaco,

in questi ultimi giorni la nostra cittadina è stata teatro di gravi episodi, da furti di auto sino ad un gravissimo episodio di borseggio che ha visto coinvolti commercianti e onesti cittadini che si sono trovati, loro malgrado, indifesi a subire un aggressione da sconosciuti e incappucciati malviventi.Come cittadini, attività economiche e commercianti di questo paese ci sentiamo tutti coinvolti personalmente da quest’ultimo inquietante fatto, consapevoli che la stessa situazione avrebbe potuto vedere protagonista in negativo chiunque di noi. Ci sentiamo quindi di esprimere anche attraverso questo documento tutta la nostra solidarietà e vicinanza alla vittima del grave episodio. La presente lettera aperta, con a seguire le nostre firme, intende sottolinearLe con forza che sugli episodi di delinquenza degli ultimi giorni non intendiamo rassegnarci al silenzio e, anzi, poniamo a Lei, primo cittadino di Maida, un problema come quello della sicurezza dei cittadini che sta diventando sempre più di grande attualità nella nostra comunità.

Leggi tutto...

Discarica tra Maida e Vena

La contrada si chiama Carrà, ma non ha nulla a che fare con quella lametina nè con la più famosa Raffaella. La sorpresa nell'uovo di Pasqua però c'è, carramba! Il Comune di Maida mette a disposizione della Regione ben 46 ettari di terreno di sua proprietà a Carrà per installare un impianto di smaltimento a ciclo completo. Cioè non una semplice discarica, ma molto di più. 
Natale Amantea, sindaco di Maida, ieri ha inviato per fax una lettera a Gianni Speranza in cui fa presente la sua disponibilità: «Non è come dice l'imprenditore Statti», spiega Amantea alla Gazzetta del Sud, «ma si tratta di una proposta dettagliata per realizzare un grande impianto di smaltimento in cui oltre alla semplice raccolta di rifiuti si va alle fasi successive, fino alla realizzazione di compost ed altro, cioè al riciclaggio». La proposta del sindaco è lungimirante: «In questo modo sarebbe risolto il problema dei rifiuti per decenni ma non solo a Lamezia e nel comprensorio, ma in tutta la provincia catanzarese».

Leggi tutto...

Borseggio e furti a Maida

Vorrei porre l'attenzione su un evento accaduto pochi giorni fa che a mio avviso anticipa una stagione da non stare tanto tranquilli..mi riferisco al borseggio di una nostra cittadina e vetture rubate sempre a cittadini della nostra comunità..forse e' il momento che la parte buona del paese alzi la voce contro l'autorità che dovrebbero garantire la nostra sicurezza..che ne dite?

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Back to top