Angelo Inglese… il lusso del Made in Italy In evidenza

Utile e concreta l’iniziativa organizzata dall’associazione Fidapa sez. Maida e Vena e fortemente voluta dall’ associata Antonietta Santo. Titolo dell’iniziativa “Angelo Inglese… il lusso del Made in Italy”.
L’evento, realizzato nella cornice di piazzetta “Maida 4 luglio 1806”, ha visto come protagonista e ospite della serata proprio Angelo Inglese, stilista di Ginosa di Puglia, camiciaio famoso in tutto il mondo, con la sua arte consacrata definitivamente nel momento in cui il principe William d´Inghilterra gli ha affidato il compito di disegnare la camicia del matrimonio con Kate.

L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di far comprendere come, attraverso il tentativo di far incontrare professionalità diverse tra di loro e lavorando in sinergia per un obiettivo comune, si possa riuscire a raggiungere uno sviluppo economico e sociale anche in realtà e in comuni più piccoli.
Antonietta Santo intervenendo per introdurre l’amico Angelo Inglese ha sottolineato che “il tema della serata è l’imprenditoria nel Meridione, in particolare riscoprendo le nostre eccellenze con un esempio importante di testimonial dell’artigianato del Sud Italia nel mondo, esempio tangibile di come si possa fare successo rimanendo al Sud grazie alla determinazione, l’attaccamento e la passione per la propria terra e per il proprio lavoro.”

Leggi tutto...

Resoconto annuo del lavoro di opposizione del movimento civico In evidenza

Conferenza molto partecipata e piazzetta Garibaldi gremita per seguire il resoconto del lavoro di opposizione del movimento civico Libertà è Partecipazione, e per comprendere meglio l’andamento politico e amministrativo della propria comunità. Prossima tappa sarà una conferenza nell’importante frazione di Vena.

Una piazza piena di cittadine e cittadini maidesi, tra questi anche diverse persone che sono a Maida per trascorrere il periodo di ferie, e che aldilà delle loro simpatie politiche locali per una sera hanno deciso di lasciare i propri svaghi estivi e informarsi su fatti, circostanze, cifre ufficiali, contenuti, fatti amministrativi concreti. Dopo l’introduzione di Elio Ceniviva, in quasi un’ora il capogruppo di opposizione Salvatore Paone ha illustrato in maniera minuziosa le tematiche più importanti seguite negli ultimi mesi attraverso interrogazioni, emendamenti, mozioni e voto a delibere di consiglio.  

Leggi tutto...

L'iniziativa del rione San Pietro In evidenza

Grande successo per la serata organizzata dagli abitanti di Rione San Pietro, uno dei più antichi rioni nel centro storico del Comune di Maida. Un intero rione che si è preparato per accogliere la comunità e anche tanta gente proveniente da fuori con balli, giochi, musica e tanti prodotti enogastronomici.  Una  bella iniziativa dal sapore antico che sulla scia della Notte Bianca di Maida di qualche sera prima ha attratto tanti visitatori. Una serata all’insegna della tradizione, del cibo e della musica con il graditissimo concerto del gruppo Unda Maris che ha letteralmente coinvolto e fatto divertire i cittadini presenti con balli, tarantelle e canti popolari.

Leggi tutto...

Il Caldo, il Buono, il Brutto e il Cattivo

Stamani abbiamo scoperto con piacere che il nostro comunicato di ieri sera ha avuto l’immediato effetto positivo di far risvegliare (come sempre in ritardo) almeno il ristretto gruppo familiare e di amici che appoggia l’attuale compagine amministrative dal lungo torpore e silenzio su fatti gravissimi che riguardano la sicurezza a Maida, in particolare sui recenti e diffusi incendi che hanno riguardato auto in pieno centro storico e non solo. Bene, siamo molto contenti di dettare l’agenda politica anche su un tema da sempre sottovalutato dal movimento familiare ed ereditario “Insieme per Maida”. Ma non ci basta. Nessun allarmismo irresponsabile da parte nostra o tentativi di raccogliere quattro voti, come pensano superficialmente di far credere ai cittadini di Maida, sia perché i cittadini ci conoscono bene e conoscono la nostra serietà e sia perché abbiamo a Maida centro ampiamente dimostrato di non averne bisogno.

A noi non interessa essere catalogati come i buoni, i brutti o i cattivi, a noi interessa che a Maida si prendano provvedimenti seri. Da quanto scrive il gruppo familiare che sostiene la compagine amministrativa emerge anche il diverso stile di intendere la cosa pubblica: da parte nostra una dura e immediata presa di posizione politica su fatti gravissimi (sorpresi anche dal silenzio assordante del Sindaco, in genere ultimamente molto attivo in fatto di lettere pubbliche), dall’altra il tentativo ridicolo di utilizzare fatti seri per denigrare l’avversario politico.

Leggi tutto...

Questi soggetti vanno isolati, ma questo non avverrà mai se non c'è una presa di posizione forte

Libertà è Partecipazione esprime solidarietà piena e incondizionata ai nostri concittadini che la scorsa notte si sono risvegliati con l'auto in fiamme. Padri e madri di famiglia che utilizzano il proprio mezzo per andare a lavorare si ritrovano vittime inconsapevoli dell'inciviltà altrui. Solidarietà piena estesa anche a coloro che sono state vittime dello stesso trattamento barbaro nelle ultime settimane e mesi. Piena vicinanza al lavoro delle forze dell'ordine che, ne siamo certi, con serietà e professionalità si sono attivate da subito per capire l'origine di questi tremendi episodi. Troppi però nelle ultime settimane e negli ultimi mesi, in pieno centro storico, davanti a casa abitate, troppi per essere considerati semplici casi isolati e per vederci ancora silenti a far finta che tutto vada bene. Cosa c'è dietro? Chi vuole alimentare un clima negativo nella nostra comunità? Questi soggetti vanno isolati, ma questo non avverrà mai se non c'è una presa di posizione forte di denuncia e presa di distanza da parte di chi guida il paese, con un appello alla comunità per ribellarsi tutti insieme contro questo clima di indifferenza e di rassegnazione diffuso che riguarda episodi tanto gravi, fornendo possibilmente elementi politici e soluzioni in grado di aiutare a superare questo clima. A nostro avviso così e in questo stato di indifferenza non si può andare avanti, nell'attesa dell'incendio di qualche altro mezzo di uno qualsiasi di noi cittadini, magari a danno di qualche altra persona onesta e perbene. E magari vedere la reazione delle istituzioni locali solo se si tratterà di una persona importante o influente!

Leggi tutto...

Sposa: fascino ed eleganza senza tempo In evidenza

Grande consenso e successo di pubblico per la serata intitolata “Sposa: fascino ed eleganza senza tempo” , iniziativa organizzata e curata dalla Proloco di Maida. L’evento, senz’altro tra i più originali dell’intero programma estivo maidese, ha affascinato proprio tutti grazie al connubio che ha visto alternarsi in una mirabile sfilata, gli abiti da sposa moderni e del passato. La prima parte della serata ha visto protagonista una vera e propria sfilata di vestiti attualissimi confezionati e prodotti da “Sposa Glamour” di Vittoria Benincasa.

Un momento della serataLa seconda parte ha visto invece l’affascinante viaggio a ritroso nel tempo con la sfilata, di vestiti da sposa che hanno abbracciato dagli anni 2000 sino ad arrivare al 1952.Particolarmente emozionante è stato vedere indossare alle ragazze di oggi gli abiti delle loro mamme o delle loro nonne. A condurre la Presidente Proloco Maria Teresa Cinque insieme ad Achille Colacino, che hanno premiato nel corso della serata la signora Vincenza Pileggi che per tanti anni si è occupata di consigliare e vestire centinaia di giovani spose. Oltre alla sfilata è stata allestita anche una corposa mostra fotografica per riportare alla memoria i matrimoni svolti a Maida nel passato, mostra che ha attraversato con foto in bianco e nero i vari decenni per arrivare fino ai primi anni del secolo scorso. Hanno allietato la serata Francesco Scaramuzzino e il suo Quartet con vari pezzi del panorama jazzistico contemporaneo.

Leggi tutto...

La battaglia di Maida del 4 luglio 1806

  • Libro "ANATOMIA DI UNA DISFATTA"
  • Autore SALVATORE MOSCHELLA
  • edito da FRANCO PANGALLO

Il libro attraverso la ricostruzione della battaglia proposta, porterà al coinvolgimento del lettore che quasi sentirà il fragore delle salve di fucileria e il tuonare dei cannoni. Si emozionerà davanti all'eroismo espresso dal Generale Compere che lanciò il cuore oltre l'ostacolo. Si commuoverà davanti al coraggio mostrato dai tanti ufficiali che si immolarono quel giorno per salvare l'onore dell'esercito. Il respiro diverrà affannoso immaginando il denso fumo soffocante che avvolgeva quei prodi che lottavono contro il loro destino di morte.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Back to top